La promozione e l’utilizzo di QGIS per l’impresa

La promozione e l’utilizzo di QGIS per l’impresa

La promozione e l’utilizzo di QGIS per l’impresa

(Questo articolo è stato dapprima pubblicato qui da Tim Sutton, Chair di QGIS)

Desidero condividere questo interessante spunto sull’uso di QGIS per l’impresa.

Nel corso degli anni, QGIS ha guadagnato più funzionalità, più utenti e più persone e società/enti che lo sostengono. Essendo un progetto Open Source, ci sono due cose che si ritengono fondamentali:

  • La nostra comunità di utenti
  • La nostra comunità di contributori del progetto

I due gruppi sono mescolati, co-dipendenti e indispensabile per il progetto. Poiché entrambi questi gruppi sono cresciuti, il progetto è cresciuto. QGIS è un software che viene utilizzato  (da stime approssimative) da centinaia di migliaia di utenti e collaboratori in tutto il mondo.

Conseguenza naturale di tale portata è che QGIS è diventato una piattaforma interessante per le aziende su cui costruire modelli di business di servizi per i loro clienti. Da questo sorge l’avvento delle offerte «enterprise» – pacchetti di servizi su misura per le grandi istituzioni aziendali e governativi che hanno bisogno di servizi, assistenza helpdesk e così via. Come progetto volontario guidato, QGIS non ha e non può avere interesse per questa classe di utenti tramite contratti di assistenza, ecc. Il supporto commerciale è di gran lunga migliore se erogato attraverso fornitori di servizi terzi come la nostra società (gfosservices) che hanno le infrastrutture e mezzi legali per impostare tali offerte sui servizi.

In virtù della crescita di tali servizi alle imprese vi è probabilmente una conseguenza inevitabile ovvero che possa insorgere una tensione tra fornitori di servizi di terze parti e il progetto core QGIS. In termini semplicistici questa tensione può essere vista come la dicotomia tra quelli di noi che vedono il nostro lavoro su QGIS come un lavoro d’amore rispetto a coloro che vedono il loro lavoro intorno QGIS come un lavoro d’impresa commerciale. Naturalmente ci sono molti casi in cui le persone che forniscono tale sostegno non provengono dalla comunità, fanno vedere il loro lavoro come un lavoro d’amore, ma come la posta in gioco diventa più elevata e la dimensione delle aziende di supporto cresce (al punto in cui sono anche società che reclutano il personale al di fuori della comunità QGIS), non vi è più la possibilità del realizzarsi di questa dicotomia.

La realtà è che c’è un enorme simbiosi potenziale tra la comunità di sviluppatore di QGIS  e il crescente numero di rivenditori e aziende che forniscono servizio per QGIS: molti dei miglioramenti, correzioni di bug e altri miglioramenti prodotti dai rivenditori fanno il loro ritorno in QGIS core, mentre il corpo del lavoro prodotto dalla comunità di QGIS e dai collaboratori al progetto diventa la base attorno alla quale si crea un valore aggiunto utile ai rivenditori per costruire la loro offerta sul mercato.

Iniziative come il programma di rilascio a lungo termine, la creazione di test suite e forti investimenti dei fondi donati in correzione di bug (tra molte altre iniziative simili) hanno permesso di  fare di QGIS una valida piattaforma per i rivenditori  e aziende. Vorremmo chiedere che i rivenditori che utilizzano il progetto QGIS nel loro lavoro di rispettare alcune semplici linee guida, qui sotto elencate. 


Per approfondimenti si prega di continuare la lettura qua:

http://blog.qgis.org/2016/04/23/promoting-and-using-qgis-for-the-enterprise/

se ti è piaciuto condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anti-Spam by WP-SpamShield